13/06/2018 - Confermata ancora una volta, con la sentenza n. 3718 5 giugno 2018 (TAR Campania), la suddivisione delle competenze affermata nel 2014 dal Consiglio di Stato. Gli interventi di restauro e recupero di edifici vincolati come beni culturali e di interesse storico – artistico, restano fra le competenze dell’architetto.

Leggi l'articolo

Responsabile: Arch. Paola Polverini

Referente: Arch. Viviana Caravaggi Vivian


Nasce l’ONSAI, Osservatorio Nazionale sui servizi di Architettura

Da tempo se ne discuteva, ed ora ha finalmente visto la luce: la notizia è che il Cnappc – Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, ha recentemente istituito l’Onsai – Osservatorio Nazionale sui Servizi di Architettura e Ingegneria. Il nuovo ente, che entrerà a pieno regime entro aprile, avrà una triplice finalità: verifica dei bandi pubblicati dalle stazioni appaltanti per l’affidamento di Servizi di Architettura e Ingegneria in tutta Italia; scambio di informazioni tra gli Ordini Provinciali sulle criticità dei bandi pubblicati; servizio di valutazione preliminare, offerto agli iscritti, sull’opportunità di partecipare alle procedure di affidamento. Per fine gennaio si prevede l’avvio di un periodo di sperimentazione della durata di due mesi. A coordinamento delle attività dell’Osservatorio vi sarà una Unità centrale istituita presso il Dipartimento Lavori pubblici del Consiglio Nazionale che esprimerà pareri su richiesta degli Ordini provinciali, li supporterà con il proprio servizio di consulenza tecnico-legale e li aiuterà a interloquire con le stazioni appaltanti; inoltre raccoglierà, in una banca dati informatica le segnalazioni pervenute dalle sezioni locali, e redigerà un report annuale sulle criticità rilevate. Alle Sezioni locali, istituite presso gli Ordini provinciali, spetta il monitoraggio e la verifica dei bandi con il supporto di una apposita check-list – impostata su [email protected], piattaforma informatica del Consiglio Nazionale. Saranno le sezioni locali, dunque, a segnalare alle stazioni appaltanti le criticità rilevate nei bandi, suggerendo le soluzioni per superarle. A fare da raccordo tra Unità centrale e sezioni locali saranno sei coordinamenti interregionali.

Pagina 3 di 19

offcanvas_right

Follow us

Lorem ipsum dolor sit amet, consetetur sadipscing elitr, sed diam nonumy eirmod.

Cerca